lunedì 22 agosto 2011

Donne e motori, gioie e dolori!....

....beh! A dir la verità non è proprio così, almeno nel mio caso, anzi, mia moglie mi è sempre vicina, anche quando per qualche problema alle mie moto mi rattristo così come potrebbe fare un bimbo piccolo e stasera mi è successo.

Forse nel post precedente sono stato troppo ottimista, infatti lo stelo destro della forcella ha ripreso a perdere olio copiosamente, oppure non ha mai smesso, nonostante il "pronto intervento" di Alberto Peruzzi la mattina del 6 agosto (vedi immagine a sx) nel quale abbiamo cambiato il paraolio, la perdita perdura e sono stato costretto a lasciare la moto in garage in attesa che il personale di Peruzzi Moto la smetta di godersi le meritate vacanze al mare e torni in quel di Castelfiorentino.

C'è da dire che la forcella l'abbiamo presa usata in Germania ed inconvenienti del genere vanno messi in cantiere, farsi una moto con ricambi totalmente nuovi con la politica che fa oggi BMW sulle moto Classic sarebbe proibitivo per i costi e quindi......

Insomma, in sostanza avrei tre moto in garage, ma la Caponord domani la porto in "clinica" a Noale per un robusto tagliando in vista dei 100.000Km (immaginate la goduria del viaggio da Livorno a Noale e il ritorno in treno con queste temperature), la R100GS è "kaput" per la forcella, la R80G/S resiste invece stoicamente nonostante una perdita d'olio dai tamponi sinistri dei tubi delle aste, niente che mi possa impedire di prenderla ed è con quella quindi mi farò un weekend al fresco in montagna.

In fin dei conti come mi diceva Alberti, il Capo Progetto della Caponord, "gli scooter si prendono per necessità, per muoversi da un punto A a un punto B, le moto per gioco, per divertimento, per passione", non è quindi la fine del mondo, ma a me girano comunque, uuuuhhhhh se girano! :-)

Com'è fatta myR100GS? Parte 2

Ecco come promesso la seconda parte:

Uno degli elementi maggiormente caratterizzanti della moto è il cupolino per il quale siamo partiti dall'involucro esterno di quello della BMW K75 che è stato riverniciato nel colore della moto, mentre all'interno è stata inserita la strumentazione della R100GS ultima serie, ma il contagiri è stato sostituito da una piastra artigianale in alluminio grezzo su cui sono stati applicati due piccoli strumenti circolari: un contagiri ed un voltmetro.

Il fanale applicato è rettangolare e per farlo integrare nel cupolino che ha la sede circolare abbiamo utilizzato una griglia metallica (idea di Luca Carovano) ottenendo il duplice scopo estetico e protettivo per il gruppo ottico, il tutto è stato ancorato alla piastra della forcella con un sistema regolabile di piastre multiforo interponendo delle boccole distanziali, alle stesse sono state fissati anche i supporti elastici degli indicatori di direzione.

Sul manubrio è stato poi fissato un GPS Garmin Zumo 660 tramite supporto in alluminio V.2.0 della Touratech dotato di blocco e serratura di sicurezza, in futuro saranno poi utilizzati anche i due interrutori sul cruscotto per le manopole riscaldabili ed i fari di profondità aggiuntivi.

Il contachilometri preso usato su Internet parte da 88.700Km, per cui al momento sono stati appena superati i primi 1000Km di rodaggio, la moto non presenta alcuna difettosità significativa, a mio avviso bisogna solo intervenire sul fissaggio del cupolino rendendolo più isolato dalle vibrazioni trasmesse dal motore (bastano dei silent block), i carburatori per un paio di volte hanno perso benzina dalle vaschette nonostante le guarnizioni siano a posto, inconveniente probabilmente dovuto al galleggiante/spillo non correttamente funzionate considerando anche che le vaschette erano molto sporche, ora sono state pulite ed il difetto sembra non più presentarsi.

Ovviamente alla riapertura di Peruzzi Moto (29 agosto) la moto sarà riportata in officina per un normale tagliando di controllo.

A destra in alto trovate il riquadro fotografico "myR100GS alla Terrazza Mascagni", non potevo fare a meno di dedicare (dopo quello di myR80GS) anche alla nuova special quel particolare set fotografico della Terrazza Mascagni sul lungomare di Livorno, giudicata recentemente da un sondaggio del Corriere della Sera come la piazza a mare più bella d'Italia. L'unico problema è che per poterci lavorare indisturbati bisogna andarci molto presto, tanto che alle 5:45 ero già sul posto, per questo le prime foto sono con il flash!


Ci vediamo il 18/09 per il tour "IV Compleanno di OnTheAir", non mancate,  programma del tour e modalità di iscrizione li trovate su OnTheAir e peruzzimoto.com