lunedì 7 ottobre 2013

Piccola giratina lungo la costa etrusca


Ieri (domenica 06/10/2013) visto che il tour con "Moto & Turismo on/off road" era saltato causa condizioni meteo ho deciso comunque di prendere la moto, nel pomeriggio e per una breve girata lungo costa, il cielo si era un po' aperto ed incoraggiava ad uscire.

Così alle 14:30 io e Laura eravamo già "on the road" diretti verso sud percorrendo la vecchia via Aurelia, che da quando c'è la variante/autostrada è ridiventata una strada da gustarsi, sfilati gli scogli di Calafuria abbiamo attraversato Quercianella, Castiglioncello, Rosignano Solvay e le sue spiagge bianche (artificiali), quindi Cecina per poi deviare in corrispondenza del viale dei cipressi a Bolgheri.

Entrare in questo viale è sempre un grande spettacolo, a quell'ora poi in cui tutti erano incollati alla TV a guardare partite e gran premi vari la strada era deserta, prima di Bolgheri giriamo a destra per la strada dei poderi e del vino, una breve divagazione sterrata (ma ci sono troppe pozzanghere) e quindi di nuovo sull'Aurelia diretti a Baratti e Populonia.

Raggiungiamo l'antico abitato etrusco e troviamo un po' di via vai e gente che passeggia, non ci vado mai d'estate perchè in spregio alla fruibilità del posto l'amministrazione locale ha monetizzato qualsiasi spazio utile in favore di parcheggi a pagamento, quando arrivi in cima ti trovi in una ripida strada asfaltata che sbocca "obbligatoriamente" in un parcheggio con tariffe non proprio convenienti e credetemi: non c'è un paio di metri quadri dove lasciare liberamente nemmeno una moto, tanto che molti arrivano su, indugiano un po' e tornano indietro.

Capisco che lo spazio è quel che è, ma accanto ad un parcheggio a pagamento ci dovrebbe sempre essere un'alternativa, almeno nei pressi, gratuita, o perlomeno favorire lo spostamento a 2 ruote con spazi riservati, niente di tutto ciò purtroppo....


Vabbè, scusatemi la divagazione, il panorama che si gode da lassù merita comunque la girata, tutte le isole dell'arcipelago toscano sono a portata d'occhio ed anche il piccolo paese, pur turisticizzato al massimo invita a fare quattro passi, così ci siamo fermati un po' anche noi per poi ridiscendere verso San Vincenzo dove c'è una politica diversa per i parcheggi e le moto hanno spazi dedicati direttamente all'ingresso del centro, proprio dove inizia la strada pedonale e dove ci siamo gustati un bel gelato.

Si è fatta l'ora del ritorno, le giornate si sono scorciate di parecchio, così sempre lungo la vecchia aurelia riprendiamo la strada di casa non senza prima fermarci al distributore della Conad nei pressi di Cecina dove si può fare benzina a 1,60€! Un po' di pioggia insistente ci accompagnerà per qualche chilometro, niente che possa influire sulla bella mezza giornata passata in moto.

Unica nota negativa un forte "chiock!" che sento dalla trasmissione quando rilascio bruscamennte il gas, giunto in garage con la moto sul cavalletto facendo girare la ruota postertiore si sente chiaramente un "clock_ta_ta" nella parte anteriore del giunto cardanico, speriamo sia il cuscinetto e non quello, fatto sta come dice mia moglie che "ho vinto un'altra girata dai Peruzzi!", speriamo bene..... e invece no: a poco più di 1km da casa mentre andavo dai Peruzzi si è bloccata la ruota posteriore, non vi dico per spostare la moto, per farla breve sono ricorso al soccorso BMW e ora è dalla concessionaria BMW Vittoria di Livorno in attesa che venga ritirata dai Peruzzi per la riparazione.